Ad essere abbattuti saranno due esemplari appartenenti ad un branco responsabile di numerose predazioni su bestiame
Ad essere abbattuti saranno due esemplari appartenenti ad un branco responsabile di numerose predazioni su bestiame - © Katerina Hlavata
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione

Per la prima volta nel nostro paese saranno abbattuti due lupi

Maurizio Fugatti ha firmato un decreto che prevede l'abbattimento di due lupi. L'atto ha ricevuto il benestare dell'Ispra

Per la prima volta nel nostro Paese il lupo sarà oggetto di controllo. Lo prevede un atto firmato dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti. A essere oggetto di prelievo saranno due esemplari appartenenti a un branco responsabile della predazione di 16 bovini e due asini negli ultimi due mesi. Il decreto di abbattimento arriva all'indomani dell'uccisione del primo dei sei esemplari dei quali era stata ordinata la rimozione nel vicino Tirolo e ha ricevuto parere favorevole dall'Ispra.

Il provvedimento emanato da Fugatti ha «carattere sperimentale» ed è giustificato dalla necessità di «mitigare gli impatti predatori sugli allevamenti» del branco che si è stabilito in località Malga Boldera e che, appunto, ha dimostrato una frequenza di predazioni a carico di animali da reddito troppo altra. A procedere nelle operazioni di rimozione sarà il Corpo forestale.

La decisione ha ovviamente scatenato le ire delle associazioni animaliste. Questa volta però siamo davanti non a un atto emergenziale ma a un vero e proprio atto di gestione supportato anche dai tecnici dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. L'obiettivo è quello di rimuovere selettivamente due membri del branco incriminato e nel farlo si cercherà di condizionare gli altri esemplari presenti nel territorio.

Pare proprio che, passo dopo passo, il dogma dell'intoccabilità del lupo si stia lentamente sgretolando.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Conservazione

La tutela degli animali in Costituzione: si apre il dibattito
Pubblicato il in Conservazione
di Matteo Brogi
La tutela degli animali in Costituzione: si apre il dibattito

Un convegno organizzato da Fondazione UNA e AB avvia il confronto sul tema della tutela della biodiversità e degli animali ora presente in Costituzione >>

Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?

Mentre nel nostro Paese si inizia timidamente a discutere di prelievo venatorio, in Svizzera la specie è oggetto di caccia con numeri tutt'altro che irrisori >>

Rinoceronti radioattivi per contrastare il bracconaggio
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Rinoceronti radioattivi per contrastare il bracconaggio

Può sembrare assurdo, ma un progetto pionieristico mira a rendere radioattivi i corni dei rinoceronti per contrastare il bracconaggio >>

Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia

Un nuovo articolo scientifico pubblicato sul Journal of Nature Conservation evidenzia il ruolo dei cacciatori nella conservazione della tortora selvatica >>