I rinoceronti sono tra le specie più minacciate dal bracconaggio a livello mondiale
I rinoceronti sono tra le specie più minacciate dal bracconaggio a livello mondiale - © Lakato Safaris
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione

Rinoceronti radioattivi per contrastare il bracconaggio

Può sembrare assurdo, ma un progetto pionieristico mira a rendere radioattivi i corni dei rinoceronti per combattere il fenomeno del bracconaggio

Si chiama Rhisotope ed è un progetto che mira a salvaguardare i rinoceronti dagli atti di bracconaggio rendendoli radioattivi. O meglio, rendendo radioattiva la ragione per la quale sono tra le specie maggiormente minacciate dal prelievo illegale, i loro corni. Quest'ultimi sono infatti una merce ricercata sul mercato nero in quanto utilizzati come ingrediente nella farmacologia tradizionale asiatica.

Il progetto Rhisotope prevede l'inserimento di un microchip in grado di rilasciare radionuclidi nella cheratina che compone i corni al fine di renderli inutilizzabili per il consumo umano. I corni trattati radioattivamente inoltre hanno maggiori probabilità di essere rilevati dai controlli di frontiera aumentando così la difficoltà di contrabbando e di conseguenza il potere deterrente dell'iniziativa. La quantità di radiazioni resta comunque sotto la soglia di tolleranza per gli animali.

Il 24 giugno scorso il progetto, che è stato fondato nel 2021 in collaborazione con la Wits University, è passato alla fase operativa e sono stati "radiottivati" i primi venti rinoceronti in Sudafrica. Secondo i dati della International Rhino Foundation, il paese ospita la più grande popolazione di rinoceronti del mondo, con rispettivamente circa l'80% dei 16.800 rinoceronti bianchi e il 33% dei 6.500 neri, e solo lo scorso anno sono stati uccisi illegalmente 499 esemplari.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Conservazione

La tutela degli animali in Costituzione: si apre il dibattito
Pubblicato il in Conservazione
di Matteo Brogi
La tutela degli animali in Costituzione: si apre il dibattito

Un convegno organizzato da Fondazione UNA e AB avvia il confronto sul tema della tutela della biodiversità e degli animali ora presente in Costituzione >>

Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?

Mentre nel nostro Paese si inizia timidamente a discutere di prelievo venatorio, in Svizzera la specie è oggetto di caccia con numeri tutt'altro che irrisori >>

Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia

Un nuovo articolo scientifico pubblicato sul Journal of Nature Conservation evidenzia il ruolo dei cacciatori nella conservazione della tortora selvatica >>

È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?

In Valle D'Aosta si discute sulla possibilità di rendere lo stambecco cacciabile >>