JJ4 dovrebbe lasciare il Casteller alla volta del
JJ4 dovrebbe lasciare il Casteller alla volta del "Parco alternativo per orsi e lupi" di Worbis - © A. Savin
Pubblicato il in Attualità
di Andrea Reversi

L'orsa JJ4 verrà trasferita in Germania come sua madre e non è un caso

L'orsa responsabile dell'aggressione mortale dell'aprile 2023 seguirà il destino di sua madre e, in un certo senso, dei suoi fratelli

L'assessore provinciale Roberto Failoni ha confermato l'indiscrezione riportata dal Corriere del Trentino che indicava l'orsa come prossima al trasferimento in una struttura in Germania. L'animale dovrebbe lasciare il Casteller alla volta del "Parco alternativo per orsi e lupi" di Worbis, in Turingia, una sorta di Azkaban per carnivori problematici, il prossimo autunno. JJ4 non sarà il primo plantigrado italiano a essere ospitato nella struttura. Il parco di Worbis ospita infatti dal 2021 un'altra orsa trentina, DJ4.

L'orsa seguirà inoltre il destino di sua madre Jurka, una delle femmine "capostipite" del progetto, e proprio su questo andrebbe aperta una riflessione. Jurka, fin dalle prime fasi del progetto, si era mostrata problematica e per questo avrebbe dovuto essere tempestivamente rimossa come suggerito dai tecnici. L'allora attendismo della PAT, che alla fine si rassegnò all'idea di rimuoverla, le permise, nel mentre, di mettere al mondo quattro cuccioli prima di essere trasferita in un'altra struttura tedesca dove tutt'ora vive.

"Problembär?" Orso problematico? - © Hellerhoff

Se JJ4 è tristemente finita sotto i riflettori dopo essersi resa responsabile dell'aggressione mortale al podista Andrea Papi, suo fratello JJ1, soprannominato Bruno, nel 2004 fu il primo orso a calcare il suolo tedesco dopo secoli, ma fu abbattuto in quanto problematico e ora fa bella mostra di sé in un diorama nel quale devasta delle arnie nel museo "Mensch und Natur" di Monaco di Baviera. Analoga sorte toccò a JJ3, che venne invece abbattuto nel 2008 in Svizzera, perché anch'esso problematico. JJ2, fratello dei precedenti, invece "sparì nel nulla", ma non prima di essere stato protagonista di numerose scorribande sempre in territorio elvetico.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

A Ravenna due giorni dedicati alla caccia ai migratori acquatici
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
A Ravenna due giorni dedicati alla caccia ai migratori acquatici

Si svolgerà questo fine settimana l'assemblea nazionale dell'Acma, la settoriale Federcaccia dedicata ai migratori acquatici >>

Bologna, gli Atc erogheranno
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Bologna, gli Atc erogheranno "taglie" per il controllo del cinghiale

La Città Metropolitana di Bologna e gli Atc hanno sottoscritto una convenzione che permetterà l'erogazione di un contributo per ogni cinghiale abbattuto >>

Peste suina, nuova ordinanza nazionale. Ecco le novità
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Peste suina, nuova ordinanza nazionale. Ecco le novità

Il Commissario Caputo ha emanato una nuova ordinanza che detta le regole per gestire l'epidemia di peste suina africana >>

Emilia Romagna, nuove regole per la caccia agli ungulati
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Emilia Romagna, nuove regole per la caccia agli ungulati

La Giunta regionale ha approvato il nuovo regolamento per la gestione degli ungulati >>