A IWA 2024 sono state presentate innumerevoli novità nel settore delle ottiche
A IWA 2024 sono state presentate innumerevoli novità nel settore delle ottiche - © Matteo Brogi
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi

Cannocchiali, termici e digitali: 25 novità da IWA 2024

Le nuove tecnologie hanno preso il sopravvento: gli strumenti da osservazione, da puntamento, i telemetri sono sempre più tributari dell'elettronica. In attesa che l'intelligenza artificiale porti nuove opportunità e nuovi quesiti sul ruolo del cacciatore

Una volta si parlava di ottiche, di cannocchiali, di binocoli e telemetri. Oggi più frequentemente di parla di strumenti a infrarosso, termocamere, sensori, pixel e risoluzioni. Il mondo della caccia è cambiato e, sempre più spesso, i moderni ausili tecnologici offrono funzioni un tempo neppure ipotizzabili. L'edizione 2024 di IWA conferma la tendenza: accanto alla presentazione di qualche sparuto prodotto "analogico", la classica eccezione alla regola, la parte del leone l'hanno fatta i sistemi di visione notturna e quelli che, combinando ottica, elettronica e la capacità di elaborazione della CPU interna, forniscono al cacciatore strumenti molto potenti. E che sempre più lo saranno, visto che anche nel settore venatorio ormai si parla della pervasiva presenza dell'intelligenza artificiale, in grado di sostituire competenze un tempo appannaggio del cacciatore.

IWA è la fiera dell'outdoor che fornisce la più importante vetrina europea ai produttori di armi, ottiche, munizioni e accessori
IWA è la fiera dell'outdoor che fornisce la più importante vetrina europea ai produttori di armi, ottiche, munizioni e accessori - © Matteo Brogi

Efficienza, sicurezza e sostenibilità: sono questi i settori in cui l'IA sposterà nel futuro prossimo gli equilibri. Uno studio scientifico realizzato dall'Università del Wisconsin ha evidenziato come i droni guidati da un sistema di intelligenza artificiale siano in grado di monitorare le specie selvatiche in maniera molto più efficiente dell'uomo, arrivando a distinguere specie, sesso e classe di età con un errore del 5% (si chiama smart target recognition). Un dato destinato inevitabilmente a migliorare. Il corretto sfruttamento delle nuove tecnologie potrà aiutarci a essere più consapevoli nell'ottimizzare l'uso delle risorse, certo. Ma rendendoci molto più efficaci nel prelievo si porta dietro una serie di questioni etiche con le quali dovremo confrontarci.

Comunque sia, la stragrande maggioranza dei nuovi prodotti presentati nel segmento della visione fa ampio uso di tecnologie moderne: termica, digitale, mista (multispettro). Il mondo sta cambiando e, con esso, anche la caccia e il nostro modo di essere cacciatori.

Le novità di IWA 2024

Aimpoint Acro C-2 Orange

Acro C-2 Orange è il nuovo punto rosso di Aimpoint. La configurazione dello strumento resta la medesima dell'Acro C-2 già conosciuto dal quale si distingue per il trattamento superficiale in Cerakote di colore arancio che estende la resistenza dello strumento oltre l'immaginabile. Caratteristiche dei punti rossi del produttore svedese sono l'assenza di ingrandimento, l'assenza di difetto di parallasse a ogni distanza e la straordinaria autonomia di 50.000 ore. Il test completo, realizzato in anteprima per l'Italia, è uscito in coincidenza della presentazione del modello a IWA 2024. Distribuisce TFC.

Aimpoint Acro C-2 Orange
Aimpoint Acro C-2 Orange - © Matteo Brogi

ATN Mars LTV 256

ATN, azienda distribuita in Italia da Canicom, amplia costantemente il catalogo e, quest'anno, ha curato in particolare gli estremi della propria offerta. Il nuovo Mars LTV 256 è un cannocchiale termico entry level dotato di sensore da 256x192 pixel (pitch da 12 µm) che sostituisce il precedente modello con sensore da 160 pixel, conservandone il prezzo. Le quattro proposte disponibili differiscono per la capacità di ingrandimento del sistema (1,5-4,5x, 2-6x, 3-9x e 4-12x) ma sono accomunate dallo stesso tubo da 30 mm che facilita il montaggio sull'arma. La capacità di rilevamento spazia tra i 515 e i 1.500 metri.

ATN Mars LTV 256
ATN Mars LTV 256 - © Matteo Brogi

ATN Mars 5 XD

Al top della gamma, ATN introduce la quinta generazione di cannocchiali termici, contrassegnati dalla sigla Mars 5 XD e Mars 5 XD LRF (con telemetro laser), con sensore 1.280x1.024 pixel e pitch da 12 µm. Tre le varianti disponibili, con capacità d'ingrandimento 2-20x, 3-30x e 4-40x. Tutti i modelli sono forniti di calcolatore balistico. Anche in questo caso il tubo è da 30 mm. Il Custom Reticle Editor di ATN permette di disegnare e condividere reticoli specifici personalizzati. La memoria interna consente la registrazione di video HD. Tra le funzioni avanzate spiccano One shot zero, Recoil activated video e un sistema di gestione della batteria che ne estende l'autonomia a 10 ore.

ATN Mars 5 XD
ATN Mars 5 XD - © Matteo Brogi

Burris Veracity PH

Burris, azienda di proprietà della holding Beretta, ha presentato due novità che estendono verso l'alto la qualità del suo catalogo. Veracity PH è una linea di cannocchiali da puntamento intelligenti dotati del sistema Burris PĒK (Programmable Elevation Knob o, meglio, torretta di elevazione programmabile) che si interfaccia con l'app BurrisConnect predisposta dal produttore. Utilizzando il calcolatore balistico dell'app, il sistema PĒK di Veracity PH permette di regolare con la massima precisione il punto d'impatto a distanze differenti da quella d'azzeramento. Numerosi sensori interni consentono il calcolo balistico sulla base dei dati inseriti tramite la app. Dei quattro modelli presentati, in Italia sarà inizialmente previsto il solo allestimento 4-20x50.

Burris Veracity PH
Burris Veracity PH - © Matteo Brogi

Burris Eliminator 6

Il cannocchiale digitale di Burris fa un altro passo avanti e ora si chiama Eliminator 6. Disponibile nel solo allestimento 4-20x52 con tubo da 34 mm, alla pressione di un tasto fornisce la lettura della distanza e l'indicazione del corretto punto di mira tenendo conto della curva balistica del proiettile e di tutti i dati ambientali che ne influenzano la traiettoria (inclinazione, temperatura, pressione atmosferica). La curva balistica viene impostata mediante l'integrazione con la app predisposta da Burris. Per esaltare l'eticità del prelievo, l'Eliminator 6 indica l'energia terminale alla distanza telemetrata e informa quando questa sia insufficiente per un'azione responsabile. Costerà poco più di 2.900 euro.

Burris Eliminator 6
Burris Eliminator 6 - © Matteo Brogi

Bushnell R3

Le quattro serie R di Bushnell costituiscono altrettanti ecosistemi - di qualità crescente - che includono ottiche da puntamento, telemetri e binocoli. Quest'anno sono state presentate le R3 e R5; la prima include sette cannocchiali (vari allestimenti nelle configurazioni 3-9x40, 3-9x50, 4-12x40 e 6-18x50), il telemetro R3-1200 6x25 e due binocoli con campana da 42, rispettivamente con 8 e 10 ingrandimenti. I cannocchiali hanno il tubo da un pollice e presentano varie tipologie di reticoli, anche balistici. Il telemetro ha un campo d'impiego che si spinge a 1.200 yard. Distribuisce Bignami.

Bushnell R3
Bushnell R3 - © Matteo Brogi

Firefield Hexcore HD

Firefield - marchio in orbita Sellmark - presenta un binocolo per l'impiego diurno/notturno: è il modello Hexcore HD con sensore Cmos da 1.280x720 pixel. Dispone di obiettivo 3x (digitale) e offre la possibilità di registrare video e fotografie. Dispone di tre modalità IR per l'impiego notturno.

Firefield Hexcore HD
Firefield Hexcore HD - © Matteo Brogi

Hikmicro Habrok 4K HE25L 5,5-22x60

Binocolo digitale, monoculare termico e telemetro. Il modello Habrok 4K HE25L 5,5-22x60 di Hikmicro è uno strumento da osservazione completo. La visione notturna è affidata a un sensore 256x192 pixel (pitch 12 µm) in grado di rilevare, grazie alla lente da 25 mm, fonti di calore fino alla distanza di 1.200 metri. La visione diurna è invece affidata a un sensore 4K Cmos 3.840x2.160 pixel a colori e a un obiettivo da 60 mm f:2.2. Il telemetro, attivo fino a 1.000 metri con una precisione contenuta nel metro, dispone di bussola digitale e sistema gps di rilevamento delle coordinate. Quattro batterie ricaricabili tipo 18650 permettono fino a otto ore di autonomia.

Hikmicro Habrok 4K HE25L 5,5-22x60
Hikmicro Habrok 4K HE25L 5,5-22x60 - © Matteo Brogi

InfiRay Tube TS60

Azienda specializzata in tutto ciò che è visione notturna, InfiRay amplia in maniera significativa il proprio catalogo. Nella serie di cannocchiali termici, il nuovo Tube TS60 presenta un raffinato sensore 1.280x1.024 con pitch da 12 µm e sensore Amoled da 2.560x2.560 pixel. L'obiettivo garantisce un rapporto di ingrandimento massimo digitale pari a 16x. La portata massima raggiunge i 3.100 metri. L'autonomia raggiunge le nove ore di funzionamento continuativo.

InfiRay Tube TS60
InfiRay Tube TS60 - © Matteo Brogi

InfiRay Mate MAH50

La serie di clip-on termici, sempre di InfiRay, si amplia con il nuovo modello Mate MAH50. Fornito di sensore da 640x512 pixel (pitch da 12 µm) e display da 1.024x768 pixel, porta un obiettivo da 50 mm f:1.1 con zoom 1-4x che garantisce l'identificazione della fonte calda fino a 2.600 metri. Integra il calcolatore balistico e un telemetro laser in grado di fornire misurazioni accurate fino a 1.200 metri. Tra i numerosi accessori forniti a corredo, gli adattatori per trasformarlo in un monocolo da osservazione. Distribuisce Riva & Brutti.

InfiRay Mate MAH50
InfiRay Mate MAH50 - © Matteo Brogi

Konus Fiery

Fiery è il nuovo clip-on termico di Konus. Dotato di sensore da 384x288 pixel e monitor Oled da 1.440x1.080 pixel, monta una lente da 35 mm e uno zoom digitale che, in modalità osservazione, garantisce una zoom ratio 2,1-16,8x. Dispone di connettività wi-fi, funzionalità foto e video, 6 palette di colore e telemetro che si basa sull'analisi della scena inquadrata ed è in grado di rilevare un oggetto caldo fino all'incredibile distanza dichiarata di 3.900 metri (funzionalità di riconoscimento utile ai fini venatori fino a 230 metri). Viene fornito con anelli per il montaggio a ottiche con campana da 44, 50 e 56 mm.

Konus Fiery
Konus Fiery - © Matteo Brogi

Leica Calonox 2 View / Sight

Can Calonox 2, Leica fa un ulteriore passo avanti nel settore della visione termica. Le versioni View e Sight, anche in versione LRF con telemetro laser integrato, sono, rispettivamente, monocolo da osservazione e clip-on che prendono il meglio della precedente serie aggiornandola con un nuovo sensore 640x480 pixel @12 µm. Come distanza limite di rilevamento, Leica dichiara 2.210 metri (sono necessari almeno 2 pixel). La batteria interna, non rimovibile ma ovviamente ricaricabile, garantisce fino a 11 ore di funzionamento. Non manca la funzionalità video accoppiata alla scheda di memorizzazione interna da 32 Gb. Distribuisce Forest Italia.

Leica Calonox 2 View / Sight
Leica Calonox 2 View / Sight - © Matteo Brogi

Leupold Mark 4 HD

L'ampia gamma di reticoli offerti sul nuovo Leupold Mark 4 HD permette di configurare questo cannocchiale da puntamento - uno dei pochi "analogici" presentati a IWA - sia per gli impieghi tattici e sportivi sia per quello venatorio. Sono disponibili cinque modelli: 1-4,5x24 (tubo da 30 mm, reticolo sul secondo piano focale), 2,5-10x42 (tubo da 30 mm, reticolo a scelta su primo o secondo piano focale), 4,5-18x52 (tubo da 34 mm, reticolo sul primo piano focale), 6-24x52 (tubo da 34 mm, reticolo sul primo piano focale) e 8-32x56 (tubo da 34 mm, reticolo sul primo piano focale). Dispongono tutti dell'architettura Professional-Grade Optical System che fornisce le migliori prestazioni ottiche di casa Leupold. Distribuisce Paganini.

Leupold Mark 4 HD
Leupold Mark 4 HD - © Matteo Brogi

Meopta Meostar R

Tra le non molte novità "analogiche" - puramente ottiche - presentate alla fiera di Norimberga merita attenzione la nuova gamma di cannocchiali da puntamento Meostar R di Meopta. Si tratta di una linea che si colloca nella fascia premium di mercato, con tubo da 30 mm e una trasmissione luminosa del 91%. Tre le versioni attualmente a listino: 1-6x24, 2,5-15x50 PA e 4-24x56 PA, queste ultime due con torretta per la regolazione della parallasse. Distribuisce Bignami.

Meopta Meostar R
Meopta Meostar R - © Matteo Brogi

Night Pearl Harpia

Una nuova serie di cannocchiali termici da puntamento è presentata dalla ceca Night Pearl; si tratta della serie Harpia, declinata nei tre modelli Harpia 35 Pro (3,3x ingrandimento ottico, obiettivo da 35 mm), Harpia 50 Pro (4,8x ingrandimento ottico, obiettivo da 50 mm) e Harpia 50 Max (2,7x ingrandimento ottico, obiettivo da 50 mm). I primi due utilizzano un sensore da 384x288 pixel mentre il Max ne adotta uno da 640x512 pixel che ne estende le possibilità d'impiego. Lo strumento è organizzato intorno a un tubo da 30 mm. La modalità proprietaria Cristal vision garantisce una visione particolarmente ricca di dettaglio. Distribuisce Paganini.

Night Pearl Harpia
Night Pearl Harpia - © Matteo Brogi

Nitehog Boomslang

Boomslang è il nuovo cannocchiale termico di Nitehog. Si tratta di uno strumento imponente per dimensioni che sfrutta come sistema di montaggio una slitta ZM/VM. Dispone di un sensore ad alta sensibilità da 640x480 pixel (pixel pitch 12 µm) in grado di rilevare fonti di calore fino a 2.370 metri. Tre sono gli ingrandimenti ottici, quattro i digitali. Distribuisce Canicom.

Nitehog Boomslang
Nitehog Boomslang - © Matteo Brogi

Pard Osprey

Osprey, di Pard, è un binocolo che sfrutta la tecnologia multispettro. Nelle due versioni disponibili (480 e 640) porta un sensore termico Lwir rispettivamente da 480x360 e 640x512 pixel (@12 µm) e un sensore Cmos da 2.560x1.440 pixel. Il canale termico si avvale di una lente da 35 mm, quello digitale da 50 mm. Il display Lcd ha una risoluzione di 640x480 pixel. Il telemetro integrato consente misurazioni fino a 1.000 metri. Numerosi i distributori italiani.

Pard Osprey
Pard Osprey - © Matteo Brogi

Pard Predator 640

Tre funzioni in un solo prodotto. Sono quelle che assolve il termico Predator 640 di Pard, che può fungere da monoculare, clip-on frontale e - addirittura - cannocchiale. È pertanto uno strumento dotato di massima flessibilità che si avvale di un sensore Uncooled Vox da 640x512 pixel con pitch da 12 µm. Nelle varie modalità fornisce da 1 (clip-on) a 3 ingrandimenti ottici (cannocchiale, monoculare) e un massimo di 8 ingrandimenti digitali. Non manca la possibilità di registrare fotografie e video nella memoria interna.

Pard Predator 640
Pard Predator 640 - © Matteo Brogi

Pulsar Telos XL

Sempre molto frequentato e ricco di novità lo stand di Pulsar. È difficile riassumere la sua ampia proposta in un solo modello, ne abbiamo pertanto scelti tre per rappresentare le varie tecnologie disponibili. Telos è il nuovo monoculare termico da osservazione con obiettivo al germanio; è disponibile nei tre allestimenti XG (640x480 pixel, 12 µm), XP (640x480 pixel, 17 µm), XL (1.024x768 pixel, 12 µm) e dispone in opzione di telemetro laser efficace fino a 1.000 metri. Tutti i modelli consentono la registrazione di foto e video che vengono registrati nella memoria interna da 64 Gb. Caratteristica della gamma è la possibilità di aderire a un programma di aggiornamento dello strumento che ne permette l'upgrade a un prezzo sensibilmente inferiore all'acquisto del prodotto nuovo.

Pulsar Telos XL
Pulsar Telos XL - © Matteo Brogi

Pulsar Merger Duo NXP50

La nuova frontiera della visione notturna è sicuramente quella ottenibile integrando la tecnologia termica a quella digitale tipica dei visori. Il binocolo multispettro Merger Duo NXP50 di Pulsar si basa su un sensore termico 640x480@17 µm (capacità di rilevamento fino a 1.800 metri) mentre, per quanto riguarda il canale digitale NV, sfrutta un sensore Cmos 1.920x1.200 pixel le cui capacità possono essere ampliate montando il modulo aggiuntivo IR fornito a corredo. I due canali possono essere combinati per fondere i pregi delle differenti tecnologie. Non manca la connettività wi-fi per condividere ed espandere le funzionalità tramite la app Stream Vision 2. Il pacco di batterie ricaricabili garantisce fino a 10 ore di funzionamento. Distribuisce Adinolfi.

Pulsar Merger Duo NXP50
Pulsar Merger Duo NXP50 - © Matteo Brogi

Pulsar Thermion Duo

Pulsar introduce la tecnologia multispettro anche nei cannocchiali da puntamento. Il Thermion Duo utilizza infatti un sensore a colori 4K per l'impiego diurno (3.840x2.160 pixel) e un sensore termico da 640x480 pixel (pitch da 17 µm) per quello notturno. La funzione picture-in-picture consente di rilevare le immagini utilizzando contemporaneamente i due canali così da facilitare, dove e quando consentito, l'individuazione del selvatico in condizioni meteo difficili (nebbia, foschia, crepuscolo, erba alta, vegetazione fitta). Due le versioni disponibili: DXP50 e DXP55 che differiscono unicamente per la focale dell'obiettivo (17 e 34 mm). Non manca il telemetro laser capace di misurazioni fino a 1.800 metri.

Pulsar Thermion Duo
Pulsar Thermion Duo - © Matteo Brogi

Schmidt und Bender Meta 3-18x42

Focalizzato sulla produzione di strumenti ottici convenzionali, il marchio Schmidt und Bender lancia la serie di cannocchiali da puntamento Meta che va ad affiancarsi alle preesistenti Polar T96, Zenith, Exos e Klassik. Questo, per quanto riguarda l'impiego venatorio: il catalogo del produttore tedesco comprende infatti numerosi modelli per il tiro tattico/sportivo. Il nuovo cannocchiale Meta - disponibile nel modello 3-18x42 - è un all-rounder compatto e versatile caratterizzato dal 92% di trasmissione luminosa. Per regolare l'elevazione, può adattare la nuova torretta BDC II LT, anch'essa lanciata quest'anno.

Schmidt und Bender Meta 3-18x42
Schmidt und Bender Meta 3-18x42 - © Matteo Brogi

Sightmark Presidio 5-30x56 HDR-4 IR

Sightmark amplia la gamma con un cannocchiale da puntamento adatto alla caccia su distanze medio-lunghe: è il Presidio 5-30x56 HDR-4 IR con reticolo illuminato. L'ampia escursione focale e il reticolo sul secondo piano si adattano alla maggior parte dei contesti venatori, specie in montagna. Dispone di torrette a basso profilo con sistema di azzeramento Zero stop; la modifica del punto d'impatto avviene a passi di un quarto di Moa. Lo chassis in lega d'alluminio presenta un tubo centrale da 30 mm.

Sightmark Presidio 5-30x56 HDR-4 IR
Sightmark Presidio 5-30x56 HDR-4 IR - © Matteo Brogi

Steiner e-Ranger

Con Steiner, il gruppo Beretta strizza l'occhio ai cacciatori europei. La sigla e-Ranger identifica un sistema di ottiche da puntamento elettroniche (2-16x50 e 3-24x56) abbinabili a un binotelemetro che permette di integrare in maniera automatica e virtualmente immediata le funzioni fornite dai due strumenti.

Steiner e-Ranger
Steiner e-Ranger - © Matteo Brogi

Zero Compromise Hunter 1,7-12x50

Zero Compromise, un marchio da poco presente sul mercato nazionale, introduce la serie di cannocchiali da puntamento ZC Hunter, pensata per la caccia e gli impieghi tattico-sportivi. Attualmente disponibile nel solo allestimento 1,7-12x50, presenta un disegno innovativo che esalta la facilità di montaggio sui vari sistemi d'arma. Viene fornito con un'ampia opzione di reticoli illuminati in rosso o in verde e, su richiesta, con torretta balistica. Distribuisce TFC.

Zero Compromise Hunter
Zero Compromise Hunter - © Matteo Brogi

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Armi e accessori

Pedersoli Kodiak Express MK VI, un express per cinghiali (ma non solo)
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Pedersoli Kodiak Express MK VI, un express per cinghiali (ma non solo)

La carabina express Pedersoli Kodiak Express MK VI ad avancarica unisce il sapore della tradizione alla sicurezza dalla tecnologia contemporanea >>

Munizioni: atossiche ma non solo. Le novità di IWA 2024
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Munizioni: atossiche ma non solo. Le novità di IWA 2024

A IWA 2024 sono state presentate alcune novità anche nel settore del munizionamento da caccia. Sia atossico che convenzionale >>

Armi da caccia: le 18 novità più interessanti presentate a IWA 2024
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Armi da caccia: le 18 novità più interessanti presentate a IWA 2024

Recensione di carabine bolt action, straight-pull, lever action, semiautomatiche e a pompa presentate a IWA 2024 >>

Aimpoint Acro C-2 Orange: il punto rosso si tinge di arancio
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Aimpoint Acro C-2 Orange: il punto rosso si tinge di arancio

Aimpoint Acro C-2 Orange è il nuovo punto rosso del produttore svedese. Si distingue dalla versione standard per la colorazione arancio e la finitura Cerakote >>