Il test del cannocchiale da puntamento Sightmark Core 2.0 HX 3-12x56 è stato realizzato in poligono con Carabina Sabatti Rover Pathfinder in calibro .308 Winchester
Il test del cannocchiale da puntamento Sightmark Core 2.0 HX 3-12x56 è stato realizzato in poligono con Carabina Sabatti Rover Pathfinder in calibro .308 Winchester - © Matteo Brogi
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi

Sightmark Core 2.0 HX 3-12x56, prestazioni accessibili

Di quel che serve non manca nulla. I cannocchiali Core 2.0 di Sightmark forniscono prestazioni adeguate alle esigenze di ogni cacciatore di selezione, con il bonus di un punto rosso regolabile e della ghiera per la correzione della parallasse

Nata negli anni 2000 e presente sul mercato a partire dal 2007, Sightmark è un'azienda che propone strumenti da puntamento e accessori dal rapporto qualità/prezzo particolarmente vantaggioso. Il suo catalogo include cannocchiali da puntamento sportivi e da caccia, punti rossi, ottiche termiche e digitali, cannocchiali e binocoli da osservazione oltre a un assortimento di accessori che includono gli attacchi e i rinomati sistemi Bore Sighter di pre-azzermento dell'ottica.

Il design del Core 2.0 HX è di chiara ispirazione europea, contrassegnato dalla terza torretta
Il design del Core 2.0 HX è di chiara ispirazione europea, contrassegnato dalla terza torretta - © Matteo Brogi

Tra i cannocchiali da puntamento spiccano le serie Citadel, Latitude, Presidio e Core, proposte in una gamma di allestimenti idonei all'impiego sportivo e venatorio. Core, in particolare, è la serie entry level, recentemente aggiornata e migliorata nella versione 2.0 per adeguarsi alle esigenze di un cacciatore dal budget contenuto ma non per questo meno esigente. Strutturata attorno a un telaio monolitico in alluminio 6061-T6 con tubo da 30 mm, trattato per anodizzazione dura, dispone di tutte le caratteristiche desiderabili in un'ottica destinata alla caccia di selezione a un prezzo che è la frazione di quello delle ottiche più blasonate. La sua costruzione garantisce un livello di protezione IPX7 e l'impiego con armi fino al calibro .500 NE.

Core 2.0 HX, destinazione caccia

La serie Core 2.0 è offerta nelle versioni TX sportiva e HX a destinazione venatoria. Le due versioni sono accomunate da lenti premium con trattamento superficiale multistrato fully multi-coated e un punto rosso centrale regolabile su sei intensità luminose.

Sotto all'oculare è correttamente dichiarata l'area di produzione
Sotto all'oculare è correttamente dichiarata l'area di produzione - © Matteo Brogi

Gli allestimenti sportivi/tattici TX sono due (1-4x24 e 4-16x44) con torrette esposte, bloccabili; gli allestimenti HX pensati per la caccia sono quattro e coprono le esigenze venatorie tipiche della caccia di selezione, con due allestimenti 3-9x (con campana da 40 mm senza reticolo illuminato e con campana da 50 mm), un all-rounder 3-12x56 e un'ottica pensata per la montagna e i tiri a distanze maggiori come il 4-16x50.

Caratteristiche da primi della classe

A caratterizzare i cannocchiali Core 2.0 HX è un disegno classico, europeo, con la ghiera degli ingrandimenti posta in prossimità dell'oculare e la presenza di quella per la regolazione diottrica, indispensabile per mettere a fuoco il reticolo. In questo test ho messo alla prova l'allestimento 3-12x56 che ben assolve le richieste del cacciatore appenninico.

L'oculare porta le ghiere per la regolazione del fattore d'ingrandimento e del difetto diottrico
L'oculare porta le ghiere per la regolazione del fattore d'ingrandimento e del difetto diottrico - © Matteo Brogi

Due coperchi in alluminio proteggono le torrette per la regolazione dell'alzo e della deriva; la variazione del punto d'impatto avviene a passi di un quarto di Moa in un intervallo complessivo di 80 Moa su entrambi gli assi. Entrambe le torrette sono azzerabili. La terza torretta, a sinistra, porta due comandi concentrici che sovrintendono alle regolazioni della parallasse (da 14 metri all'infinito) e dell'intensità del punto rosso centrale. Al suo interno contiene la batteria CR2032 che alimenta il circuito elettronico.

Le torrette che sovrintendono alla regolazione del reticolo agiscono a passi di un quarto di Moa in un intervallo di 80 Moa
Le torrette che sovrintendono alla regolazione del reticolo agiscono a passi di un quarto di Moa in un intervallo di 80 Moa - © Matteo Brogi

Particolarmente interessante è il reticolo HDR2 (Hunter Dot Reticle 2), posto sul secondo piano focale, concepito per velocizzare l'acquisizione del riferimento centrale e permettere una stima di massima della distanza del selvatico e della compensazione da apportare in alzo, quando la distanza d'ingaggio noi coincide con quella d'azzeramento, o deriva, in presenza di forte vento laterale. Due tacche poste sotto al punto centrale indicano infatti variazioni di 5 e 10 Moa, mentre i bracci orizzontali forniscono indicazioni di compensazioni pari a 3 e 4 Moa. Il punto centrale ha il diametro di 1 Moa.

La terza torretta porta i comandi per la regolazione della parallasse e dell'intensità del punto rosso centrale; sei sono i livello di luminosità disponibili
La terza torretta porta i comandi per la regolazione della parallasse e dell'intensità del punto rosso centrale; sei sono i livello di luminosità disponibili - © Matteo Brogi

Il test del cannocchiale Sightmark ha confermato una notevole duttilità d'impiego e caratteristiche tecniche sorprendenti per il costo del prodotto.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.


Altri articoli dalla sezione Armi e accessori

Benelli Lupo Best Wood nasello regolabile: la gamma Lupo si estende
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Benelli Lupo Best Wood nasello regolabile: la gamma Lupo si estende

La Benelli Lupo Best Wood nasello regolabile esalta le caratteristiche di un'arma che fa della modularità e della precisione il suo punto di forza >>

Forward F455S: la nuova generazione di clip-on digitale di Pulsar
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Forward F455S: la nuova generazione di clip-on digitale di Pulsar

Il Pulsar Forward F455S è un clip-on digitale che fornisce alte prestazioni sia con l'illuminatore IR sia in modalità di rilevazione della radiazione passiva >>

Raffaello Be Diamond AI BEST, la summa della tecnologia Benelli
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Raffaello Be Diamond AI BEST, la summa della tecnologia Benelli

La prova al poligono e a caccia del fucile semiautomatico Raffaello Be Diamond AI BEST conferma le qualità delle canne Advanced Impact brevettate da Benelli >>

Pedersoli Kodiak Express MK VI, un express per cinghiali (ma non solo)
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Pedersoli Kodiak Express MK VI, un express per cinghiali (ma non solo)

La carabina express Pedersoli Kodiak Express MK VI ad avancarica unisce il sapore della tradizione alla sicurezza dalla tecnologia contemporanea >>