Il marsupio Vorn SR10 offre un appoggio stabile al gomito del braccio che sostiene l'arma
Il marsupio Vorn SR10 offre un appoggio stabile al gomito del braccio che sostiene l'arma - © Matteo Brogi
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi

Vorn SR10: il marsupio... stabilizzato

Due funzioni in un unico accessorio: il trasporto del materiale necessario a una giornata di caccia e la stabilizzazione del braccio che sostiene la carabina. Il marsupio SR10 di Vorn ha quanto serve per diventare un ausilio utile - a volte indispensabile - a caccia

Vorn è un marchio che ha saputo affermarsi in breve tempo nel settore degli zaini da caccia. Fondato in Norvegia da Eirik Andersen, uno studente di ingegneria meccanica, nasce con l'obiettivo di fornire un meccanismo di sgancio rapido dell'arma contenuta nello zaino, senza dover procedere a complicate operazioni preliminari. Alla base di tutto c'è il sistema di sgancio brevettato QRR (Quick rifle release) che permette di ospitare l'arma in un'intercapedine imbottita ricavata tra il telaio dello zaino e il sacco e di averla a disposizione con la massima rapidità.

Il successo dello sgancio rapido

L'introduzione della carabina avviene dal lato destro una volta che siano stati disimpegnati - mediante la maniglia posta sullo spallaccio sinistro - i due ganci che bloccano lo scomparto. La calciatura è ospitata in una tasca, regolabile per adeguarsi alle diverse dimensioni, che sporge dalla parte inferiore. Quando sia necessario avere accesso all'arma, è sufficiente tirare la maniglia di sgancio con la mano sinistra ed estrarre la carabina con un movimento rotatorio del braccio destro. Senza dover appoggiare preventivamente lo zaino a terra.

Vorn è un marchio norvegese
Vorn è un marchio norvegese "di cacciatori per cacciatori". Ha al suo attivo un'ampia offerta di zaini che consentono il trasporto e lo sgancio rapido della carabina - © Matteo Brogi

Il sistema ha avuto un buon successo in tutto il mondo già dal 2012 - data della sua commercializzazione - e l'anno scorso è stato rivisitato. I precedenti modelli Fox, Lynx e Deer sono stati sostituiti da una nuova gamma di prodotti: LT12 da 12 litri, EV 30 (30 litri) ed EV45 (45 litri). Sono stati inoltre introdotti lo zaino DX30 da 30 litri - che non dispone di sistema di trasporto dell'arma - e l'interessante marsupio SR10 oggetto di questo test.

Contenere e sostenere

Caratterizzante il modello SR10 è una shooting platform (questa la dizione utilizzata da Vorn); una base rigida, insomma, che permette l'appoggio del gomito del braccio che sostiene l'arma così da stabilizzare quest'ultima in quelle condizioni di caccia in cui non sia possibile fare affidamento su un appoggio naturale, un bastone, un treppiede o qualsiasi altro accorgimento utile a ridurne le naturali oscillazioni. La piattaforma è realizzata in materiale ad alto coefficiente d'attrito (si chiama Hypalon ed è un elastomero sintetico prodotto da DuPont, contraddistinto da eccezionale resistenza allo stress termico e ridotta sensibilità ai raggi ultravioletti) ed è sostenuta da due nervature in acciaio inossidabile.

Il Vorn SR10 dispone di una capienza di circa 10 litri. L'accesso al contenitore centrale è offerto da una zip che si apre su due lati del contenitore
Il Vorn SR10 dispone di una capienza di circa 10 litri. L'accesso al contenitore centrale è offerto da una zip che si apre su due lati del contenitore - © Matteo Brogi

L'aderenza del complesso al corpo del cacciatore è garantita da un ampio cinturone lombare, imbottito, munito di fettucce Molle per l'applicazione di ulteriori recipienti e accessori in standard Molle. Due tiranti consentono di ottimizzare la posizione relativa tra la sacca-contenitore e il cinturone. Un semplice spallaccio, non imbottito e removibile, permette di dare un ulteriore sostegno al marsupio, specie quando sovraccarico.

Una robusta cintura imbottita blocca il marsupio alla vita del cacciatore
Una robusta cintura imbottita blocca il marsupio alla vita del cacciatore - © Matteo Brogi

Lo scomparto destinato al trasporto è sufficientemente ampio per contenere il necessario a un'uscita di caccia breve. Si parla di un volume di dieci litri cui si accede grazie a una zip che si estende su due dei lati del prodotto. In posizione anteriore è posta una tasca per il trasporto di piccoli oggetti personali e sono presenti due lacci per assicurare un eventuale capo di abbigliamento. A destra, invece, si può trasportare una borraccia in una tasca a rete.

La cura di ogni dettaglio

La fattura del marsupio Vorn SR10 è molto curata, come tutti i prodotti dell'azienda norvegese; la sua ingegnosità lascia intendere come alle spalle del progetto ci sia una mente abituata a confrontarsi con le esigenze dei cacciatori. Nella pratica, si tratta di un articolo che può essere portato sulla schiena e ruotato in posizione anteriore, così da favorire l'acquisizione meditata del selvatico, nell'immediatezza del tiro. Non può essere paragonato a un bastone - mancando l'ancoraggio al terreno - ma certamente si tratta di un ausilio che si fa apprezzare in tutte quelle condizioni in cui non siano accessibili alternative più stabili. Un ausilio, soprattutto, che non costringe il cacciatore al trasporto di accessori ulteriori rispetto alla minimale attrezzatura di caccia.

Sulla parte esterna della cintura lombare sono poste numerose asole per l'applicazione di dispositivi conformi allo standard Molle
Sulla parte esterna della cintura lombare sono poste numerose asole per l'applicazione di dispositivi conformi allo standard Molle - © Matteo Brogi

Il test che ho condotto, sul campo e al poligono, mi ha permesso di apprezzare la solidità del complesso e l'utilità di questo marsupio "stabilizzato" nel migliorare le mie performance di tiro; certo, con un bastone si può fare di meglio ma - in assenza di qualsiasi sostegno alternativo - permette risultati migliori rispetto allo sparare a braccio.

Sul sito del produttore è pubblicato un interessante video di presentazione del prodotto:

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Armi e accessori

Pedersoli Rolling Block: a caccia con l'avancarica
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Pedersoli Rolling Block: a caccia con l'avancarica

Il fucile ad avancarica Rolling Block Musket Primer Hardwood di Pedersoli rappresenta una proposta moderna per gli appassionati di caccia con la polvere nera >>

Savage Impulse Big Game: la straight-pull americana
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Savage Impulse Big Game: la straight-pull americana

La carabina straight-pull Savage Impulse Big Game in calibro .308 Winchester fornisce ottime prestazioni grazie a una base tecnologica moderna e modulare >>

Conquest V4: il cannocchiale entry-level di Zeiss
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
Conquest V4: il cannocchiale entry-level di Zeiss

Test del cannocchiale da puntamento Zeiss Victory V4 3-12x56. L'ottica da caccia entry level del marchio tedesco conserva molte performance dei modelli top >>

RWS Driven Hunt: l'atossica specialistica per il cinghiale
Pubblicato il in Armi e accessori
di Matteo Brogi
RWS Driven Hunt: l'atossica specialistica per il cinghiale

La cartuccia RWS Driven Hunt monta un proiettile in rame, nichelato, pensato per la caccia in battuta, in particolare per la caccia al cinghiale >>