Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione

Beretta SL2, progettato per vincere

Beretta ha deciso di inserire nella propria gamma di lusso il sovrapposto da tiro SL2, un'arma progettata per garantire le migliori prestazioni possibili

Beretta ridefinisce il paradigma del tiro a volo con il nuovo sovrapposto SL2. Tutta l'esperienza di Beretta nel tiro al piattello incontra l'alta artigianalità della Pietro Beretta Selection. Per creare questo nuovo capolavoro di tecnica armiera, i progettisti della casa gardonese hanno deciso di fondere linee futuristiche e soluzioni tecniche innovative. Il risultato è un fucile su misura del tiratore, pensato progettato per vincere.

«A differenza di tutte le altre aziende del settore - ha dichiarato il Ceo e General Manager Carlo Ferlito - Beretta offre agli appassionati del tiro a volo un sistema completo che si estrinseca sia in abbigliamento e accessori, che nella possibilità di scelta di una gamma di piattaforme che coprono tutte le esigenze. A queste si aggiunge oggi SL2, un fucile da tiro nato dall'esigenza di creare il ponte ideale proprio fra gli iconici DT11 e SO5».

La nuova arma è un concentrato tecnologico pensato e realizzato per garantire prestazioni altissime che si fondono con tutti quei caratteri di bellezza tipici del Made in Italy propri della PB Selection.

Le linee della bascula sono state ridotte all'essenziale e arricchite da un rivoluzionario motivo anti riflesso costituito da micro-piramidi incise al laser in grado di disperdere la luce, le poppette sono assenti e la chiave di apertura ribassata per permette una visione del bersaglio più ampia. Il gruppo scatto è removibile e rapidamente sostituibile, con molle di ritorno che assicurano una pressione del grilletto pulita e uniforme in qualsiasi momento. La bascula è decorata con un nuovo e innovativo rivestimento color grafite applicato attraverso un processo di deposizione elettrochimica.

Il nuovo SL2 è inoltre il primo fucile le cui canne sono realizzate con l'avveniristica tecnologia Steelium Pro X, che Beretta definisce "in grado di garantire prestazioni mai viste". Questa tecnologia è in grado di offrire una maggiore energia terminale, una rosata incredibilmente omogenea e una migliore gestione del rinculo.

Come per ogni fucile PB Selection, la superficie della canna è lucidata a mano e il calcio è realizzato in noce di classe 4 finemente zigrinato per una presa perfetta. Come consuetudine, Beretta offre ai clienti che scelgono PB Selection la più vasta possibilità di personalizzazione. Scegliendo il proprio SL2 sarà possibile optare per esempio per una chiave con le tre frecce scavate, vuota oppure piena o si potrà scegliere di aumentare il grado dei legni di calcio e astina. Il prezzo al pubblico in Italia parte da 19.599 euro (2024).

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Armi e Accessori

La conservazione della fauna tra scienza e società, il convegno
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
La conservazione della fauna tra scienza e società, il convegno

A Collecchio, si è tenuto il convegno "La conservazione della fauna tra scienza e società" cui hanno partecipato studiosi e associazioni agricole e zootecniche >>

Impala Plus, l'alternativa inerziale di Istanbul silah
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
Impala Plus, l'alternativa inerziale di Istanbul silah

L'Istanbul Impala Plus è un semiauto inerziale a canna liscia. Contraddistinto da una chiusura a sei tenoni, è ora disponibile anche in calibro 20 >>

Sellier & Bellot ha un nuovo proprietario
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione
Sellier & Bellot ha un nuovo proprietario

Colt CZ Group SE ha annunciato di aver concluso con successo l'acquisizione della partecipazione del 100% di Sellier & Bellot >>

A Lonato del Garda il punto sull'influenza aviare
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione
A Lonato del Garda il punto sull'influenza aviare

Il Trap Concaverde di Lonato del Garda ospiterà una serata di approfondimento organizzata da Acma >>