I cacciatori potranno depositare in una cella gli scarti organici risultanti dalle operazioni di macellazione della selvaggina
I cacciatori potranno depositare in una cella gli scarti organici risultanti dalle operazioni di macellazione della selvaggina - © Matteo Brogi
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione

Cac VCO 2: attivato un servizio di smaltimento scarti della selvaggina

Da ieri, domenica 23 ottobre, i cacciatori del Comprensorio alpino Vco 2 "Ossola Nord" possono usufruire di un nuovo servizio di raccolta e smaltimento degli scarti di lavorazione della selvaggina pensato e realizzato dal Cac. 

Il servizio consiste in una cella esterna, allestita nella sede del Comprensorio, nella quale i cacciatori potranno depositare, negli orari di apertura del Cac, sabato e domenica compresi, gli scarti organici risultanti dalle operazioni di macellazione della selvaggina. 
L'iniziativa, riservata ai soci e totalmente a carico del Cac, è stata pensata in un'ottica di attenzione per l'ambiente al fine di garantire il corretto smaltimento dei rifiuti organici derivanti dall'attività venatoria anche al fine di permettere un risparmio dei costi per la comunità locale. 

Quello della gestione consapevole e virtuosa della selvaggina prelevata durante l'attività venatoria, scarti di lavorazione compresi, è un tema che trova sempre più spazio nelle scelte di pianificazione degli organi chiamati ad organizzare la caccia programmata. Ci si auspica che l'iniziativa messa in campo dal Cac Vco 2 possa essere d'esempio per altre realtà. 

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.