Il procedimento era nato da un provvedimento della regione Liguria sul prelievo dello storno e di altre specie
Il procedimento era nato da un provvedimento della regione Liguria sul prelievo dello storno e di altre specie - © Marek_Szczepanek
Pubblicato il in Attualità
di Redazione

Dal Consiglio di Stato una sentenza contro l'Ispra

Il Consiglio di Stato ha emesso una sentenza che da torto all'Ispra e ne sconfessa l'operato

In questi anni ci siamo abituati ad essere preparati al peggio leggendo nel titolo di una notizia le parole "sentenza" e "Ispra". Questa volta però i giudici, più precisamente quelli del Consiglio di Stato, hanno emesso una sentenza nella quale viene sancita l'inadempienza dei tecnici di Ispra, di fatto sconfessando il loro operato.

Il massimo organo della giustizia amministrativa era stato chiamato a dirimere una questione in merito alla mancata indicazione da parte di Ispra delle cosiddette "piccole quantità" al fine dell'attivazione del prelievo in deroga di alcune specie di avifauna. I giudici hanno affermato che il rifiuto dell'Istituto è illegittimo e, definendo illogiche le motivazioni alla sua base, sancito che tale condotta paralizzerebbe impropriamente, questa l'espressione usata, l'intera procedura di attivazione delle deroghe.

Sulla vicenda è intervenuto l'On. Bruzzone che ha commentato: «La caparbietà e la determinazione questa volta hanno premiato e il risultato ottenuto, cioè la possibilità di attivare il prelievo venatorio in deroga, non solo per la caccia ma anche per il rifornimento dei richiami vivi tramite gli impianti di cattura autorizzati, oggi è possibile per tutte le regioni che vorranno richiederlo».

Federcaccia, commentando la sentenza in un comunicato stampa, ha espresso grande soddisfazione e affermato che tale pronuncia riapre una questione che Ispra aveva "congelato" da ormai quasi vent'anni. L'associazione ha tuttavia ricordato che è opportuno non cedere a facili trionfalismi dal momento che quanto accaduto rappresenta solo un primo, per quanto fondamentale, tassello del complesso procedimento per l'attivazione delle deroghe.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

Non è stato un lupo ad aggredire l'uomo morto in Alto Adige
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Non è stato un lupo ad aggredire l'uomo morto in Alto Adige

Le indagini genetiche svolte sugli indumenti della vittima hanno portato all'individuazione della specie responsabile dei morsi >>

Psa, si allargano ancora le Zone di Restrizione. L'elenco completo
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Psa, si allargano ancora le Zone di Restrizione. L'elenco completo

La Commissione europea ha emanato una nuova versione del Regolamento che definisce i territori facenti parte delle zone di restrizione per la Psa >>

Psa, anche la Toscana tra le regioni coinvolte?
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Psa, anche la Toscana tra le regioni coinvolte?

Una carcassa positiva ritrovata a pochi km dal confine regionale porterà all'ennesimo allargamento della zona infetta, che quindi coinvolgerà anche la Toscana >>

Ecco come i cacciatori sono fondamentali per la biodiversità europea
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Ecco come i cacciatori sono fondamentali per la biodiversità europea

La Face ha scritto ai parlamentari europei per illustrare come il ruolo dei cacciatori nella tutela della biodiversità risulti fondamentale >>