L l'obiettivo primario del progetto č quello di supportare i Comitati di Gestione nell'incrementare e aggiornare le conoscenze in materia di gestione della lepre
L l'obiettivo primario del progetto č quello di supportare i Comitati di Gestione nell'incrementare e aggiornare le conoscenze in materia di gestione della lepre - © Thomas Lendt
Pubblicato il in Attualitą
di Redazione

Federcaccia Lombardia ha presentato i risultati del Progetto lepre

Federcaccia Lombardia ha presentato in un convegno i dati frutto dello studio che l'associazione ha voluto e finanziato per meglio comprendere le dinamiche gestionali delle popolazioni di lepre negli Atc di pianura

Nella giornata di ieri, sabato 27 maggio, a Cremona si č tenuto un convegno organizzato da Federcaccia Lombardia per presentare i dati ottenuti dallo studio fortemente voluto e finanziato da Federcaccia Lombardia, per comprendere come effettuare una gestione sostenibile della lepre nel comparto planiziale. Lo studio č stato svolto sotto la supervisione scientifica di ISPRA, in collaborazione di Regione Lombardia e in convenzione con L'IZSLER.

Nelle intenzioni di Federcaccia l'obiettivo primario del progetto era quello di supportare i Comitati di Gestione nell'incrementare e aggiornare le conoscenze in materia di gestione della lepre nel territorio lombardo. La necessitą, comune a molti Atc, infatti č quella di trovare un'alternativa al massiccio ricorso a immissioni di animali di provenienza estera per ricostituire densitą accettabili della specie.

Per l'elaborazione del progetto sono state selezionate diverse ZRC nelle province di Cremona, Lodi, Mantova, Pavia e Brescia e sono stati valutati tecnicamente e scientificamente i risultati delle iniziative di ripopolamento messe in campo rapportandoli alla provenienza delle lepri, alle caratteristiche del territorio in cui i capi vengono rilasciati e alle diverse scelte gestionali messe in atto. Per ogni area di studio sono stati individuati dei referenti tra i federcacciatori, che hanno volontariamente supportato i tecnici dello Studio Geco sia nelle attivitą di campo, che in quelle formative.

Lo studio ha permesso inoltre di realizzare una pubblicazione dal titolo "Manuale di buone pratiche di gestione faunistico-venatoria della lepre nel comparto planiziale" che riassume e rende fruibili i risultati del progetto.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualitą

Cabina Regia Toscana:
Pubblicato il in Attualitą
di Redazione
Cabina Regia Toscana:"Nuovi anellini inutili e problematici"

La Cabina di Regia delle associazioni venatorie ha criticato le nuove disposizioni regionali sugli anellini da apporre ai richiami vivi >>

Cinofilia e solidarietą si fondono in
Pubblicato il in Attualitą
di Redazione
Cinofilia e solidarietą si fondono in "Donne per il sociale"

Il Coordinamento delle Cacciatrici Federcaccia ha organizzato l'edizione 2024 dell'appuntamento "Donne per il sociale", un evento cinofilo con finalitą benefica >>

Anche la Campania mette una taglia sui cinghiali
Pubblicato il in Attualitą
di Redazione
Anche la Campania mette una taglia sui cinghiali

Per incrementare gli abbattimenti e contrastare l'avanzata della Psa, anche la regione Campania ha predisposto un incentivo economico per i cacciatori >>

Cia:«Piano Faunistico Toscana risponda a esigenze agricoltori»
Pubblicato il in Attualitą
di Redazione
Cia:«Piano Faunistico Toscana risponda a esigenze agricoltori»

Secondo l'associazione agricola il Piano faunistico venatorio dovrebbe rispondere prioritariamente alle esigenze del mondo agricolo >>