L'operazione è stata portata a termine su delega del Consiglio direttivo dai soci Antonio Evangelisti e Arcangelo Gentile (in fotografia)
L'operazione è stata portata a termine su delega del Consiglio direttivo dai soci Antonio Evangelisti e Arcangelo Gentile (in fotografia) - © Safari club international - Italian chapter
Pubblicato il in Attualità
di Matteo Brogi

Il Safari Club International - Italian Chapter per la Tanzania

Il Chapter italiano del Safari Club International ha completato un'importante donazione per il popolo africano

Grazie alla generosità del Chapter italiano del Safari Club International, è stato messo in opera un ecografo presso il St. Bernard Health center di Hanga, nella Tanzania meridionale. Questo moderno strumento diagnostico dedicato a puerpere e nascituri permetterà di arricchire la dotazione della struttura voluta e gestita dai frati benedettini. La mortalità pre e post partum, tanto per le madri quanto per i figli, è infatti ancora un'emergenza in questa area mal servita dalle vie di comunicazione. Dar Es Salaam, capitale commerciale della nazione, e Dodoma, capitale politica, distano rispettivamente 1.000 e 750 chilometri e innumerevoli ore di viaggio.

L'acquisto di ecografo, stampante e due sonde è stato possibile grazie alla donazione di un socio del sodalizio, che ha messo a disposizione un express di pregio per un'asta di beneficenza. Il ricavato da questo gesto di solidarietà ha permesso di ammodernare la datata dotazione dell'ospedale.

L'ecografo permetterà di monitorare le gravidanze e i parti e auspicabilmente di ridurre il tasso di mortalità pre e post partum, particolarmente elevata in questa zona d'Africa
L'ecografo permetterà di monitorare le gravidanze e i parti e auspicabilmente di ridurre il tasso di mortalità pre e post partum, particolarmente elevata in questa zona d'Africa - © Safari club international - Italian chapter

Oltre a questa donazione, il Consiglio direttivo del Safari Club International - Italian Chapter ha fatto pervenire alla struttura due blue bag, lo strumento che l'Associazione utilizza per portare generi di prima necessità in contesti particolarmente bisognosi, disposti al di fuori delle rotte turistiche e frequentati quasi unicamente da cacciatori; un segno di solidarietà, spontaneo e tangibile, pensato per ringraziare le popolazioni locali dell'ospitalità. In questa circostanza, le sacche blu contenevano materiale didattico, vestiario, farmaci, spazzolini da denti e brochure in swahili con indicazioni sulla corretta alimentazione e la prevenzione dentale.

Con l'ecografo sono state donate due blue bag contenenti generi di prima necessità
Con l'ecografo sono state donate due blue bag contenenti generi di prima necessità - © Safari club international - Italian chapter

Anche le ultime donazioni in ordine di tempo danno lustro a un Chapter, quello italiano, tra i più sensibili e attivi sul tema della solidarietà.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

L'avancarica mondiale torna in Italia
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
L'avancarica mondiale torna in Italia

Valeggio sul Mincio a fine agosto ospiterà la trentesima edizione del Mondiale di avancarica >>

Anche in Lazio approvato il calendario venatorio
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Anche in Lazio approvato il calendario venatorio

Anche la Regione Lazio ha approvato il documento che fissa le regole che i cacciatori dovranno seguire durante la prossima stagione venatoria >>

Approvata la legge sul ripristino della natura, cosa accadrà adesso?
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Approvata la legge sul ripristino della natura, cosa accadrà adesso?

Dopo l'approvazione della legge sul ripristino della natura il Ministro dell'ambiente Pichetto ha spiegato cosa accadrà e che approccio adotterà il Governo >>

Marche, nuovo disciplinare per la caccia al cinghiale
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Marche, nuovo disciplinare per la caccia al cinghiale

La Regione Marche ha adottato il disciplinare venatorio regionale per il prelievo del cinghiale in forma selettiva per la prossima stagione venatoria >>