La lepre italica o appeninica non è una sottospecie della lepre comune bensì una specie a se stante
La lepre italica o appeninica non è una sottospecie della lepre comune bensì una specie a se stante - © ThomasLendt
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione

In Sicilia torna cacciabile la lepre italica

Il prelievo sperimentale della lepre italica è oggetto di un recente decreto emesso dalla regione Sicilia

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana e sul sito web dell'Assessorato regionale dell'Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea il decreto che riguarda il prelievo sperimentale della lepre italica (Lepus corsicanus) per la stagione venatoria 2023-2024. La caccia a questa specie sarà possibile dal 23 ottobre al 30 novembre e i soggetti autorizzati potranno prelevare un capo massimo giornaliero esclusivamente nelle zone indicate nel decreto. Il limite massimo complessivo previsto dal piano è di 167 capi e l'attività venatoria sarà interrotta anche prima del 30 novembre qualora venga raggiunto tale traguardo.

Se sicuramente i cacciatori interessati hanno accolto la notizia positivamente, così non è stato per Arci Caccia. «Questo progetto, ormai pluriennale, sembra non produrre alcun risultato - ha dichiarato in merito Leopoldo Vernagallo, presidente regionale dell'Associazione - Ma dopo parecchi anni, sembra che questo progetto, in mancanza di opportune determinazioni da parte dell'Assessorato competente, sia rimasto solo una gentile concessione che permette la caccia alla lepre ai "soliti noti" alla faccia di tanti onesti cacciatori che, ingenuamente, hanno pensato che questi monitoraggi alla fine avrebbero portato a una riapertura della caccia a questa specie». Il dirigente venatorio ha concluso auspicandosi che entro la prossima stagione il prelievo sostenibile della lepre italica sia inserito nel calendario venatorio

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Conservazione

È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?

In Valle D'Aosta si discute sulla possibilità di rendere lo stambecco cacciabile >>

Da Acma un'iniziativa per raccogliere i dati sulla pavoncella
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Da Acma un'iniziativa per raccogliere i dati sulla pavoncella

Continua il lavoro ininterrotto di raccolta dati di Acma, la settoriale di Federcaccia dedicata ai migratori acquatici >>

Telemetria satellitare tordo bottaccio: risultati e dati incoraggianti
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Telemetria satellitare tordo bottaccio: risultati e dati incoraggianti

Federcaccia ha commentato i dati raccolti grazie al progetto di telemetria satellitare condotto sulla migrazione del tordo bottaccio >>

Il preoccupante declino del capriolo
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Il preoccupante declino del capriolo

I dati relativi al trend della popolazione valdostana di questo piccolo cervide sono preoccupanti, ma anche nel resto d'Italia la situazione non è rosea >>