Il Ministro dell'Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida durante il question time di giovedì in Senato è tornato a parlare di lupi e orsi
Il Ministro dell'Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida durante il question time di giovedì in Senato è tornato a parlare di lupi e orsi - © Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste
Pubblicato il in Attualità
di Redazione

L'Enpa replica a Lollobrigida: Basta terrorismo, no agli abbattimenti

Il Ministro dell'Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida, rispondendo durante il question time di giovedì in Senato, è tornato a ribadire quanto già affermato nelle scorse settimane. «Occorre considerare che l'eccessiva presenza di alcune specie animali su determinati territori crea squilibri causando rischi per la salute pubblica e per alcuni settori produttivi strategici oltre a vanificare un'azione di protezione delle altre specie - ha affermato il Ministro - Ravvisato il notevole stato di conservazione della specie su tutto il territorio nazionale, il nuovo Piano d'azione lupo dovrebbe prevedere la possibilità di autorizzare deroghe previste dalla direttiva Habitat».

Immediata la reazione dell'Enpa, che in un comunicato stampa ha replicato alle parole del Ministro. «Siamo estremamente curiosi di sapere in base a quali dati, tratti da quali fonti, il ministro dell'Agricoltura Francesco Lollobrigida continua a sostenere che vi sia una eccessiva presenza di orsi e lupi e che tale presenza sia fonte di "squilibri per la salute e per settori strategici». «Se l'obiettivo del ministro dell'Agricoltura, come del governo, è quello di armare i fucili contri i selvatici - prosegue la nota - ci troverà in prima linea nel contrastare, con tutti i mezzi legali a disposizione, quello che riteniamo un provvedimento crudele, irrazionale, antiscientifico e impopolare».

L'associazione animalista ha riservato critiche anche alll'approccio allarmistico che il Governo sta dimostrando sul tema dei grandi carnivori sostenendo che i proventi del turismo e dell'indotto che gravita attorno alla loro presenza sono di gran lunga superiori ai danni provocati concludendo definendo le posizioni del Ministro, e a questo punto del Governo, un'offensiva senza precedenti contro una specie, il lupo, simbolo della biodiversità e patrimonio della collettività.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

Cabina Regia Toscana:
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Cabina Regia Toscana:"Nuovi anellini inutili e problematici"

La Cabina di Regia delle associazioni venatorie ha criticato le nuove disposizioni regionali sugli anellini da apporre ai richiami vivi >>

Cinofilia e solidarietà si fondono in
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Cinofilia e solidarietà si fondono in "Donne per il sociale"

Il Coordinamento delle Cacciatrici Federcaccia ha organizzato l'edizione 2024 dell'appuntamento "Donne per il sociale", un evento cinofilo con finalità benefica >>

Anche la Campania mette una taglia sui cinghiali
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Anche la Campania mette una taglia sui cinghiali

Per incrementare gli abbattimenti e contrastare l'avanzata della Psa, anche la regione Campania ha predisposto un incentivo economico per i cacciatori >>

Cia:«Piano Faunistico Toscana risponda a esigenze agricoltori»
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Cia:«Piano Faunistico Toscana risponda a esigenze agricoltori»

Secondo l'associazione agricola il Piano faunistico venatorio dovrebbe rispondere prioritariamente alle esigenze del mondo agricolo >>