Il convegno
Il convegno "La conservazione della fauna tra scienza e societą" ha evidenziato come la gestione ambientale non possa essere governata da dogmi e totem inamovibili, ma debba avere una insita flessibilitą dinamica che consenta di seguire e supportare nel modo migliore le evoluzioni delle popolazioni di selvatici e dell'ambiente in cui queste insistono - © Federcaccia Collecchio
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi

La conservazione della fauna tra scienza e societą, il convegno

A Collecchio, si č tenuto il convegno "La conservazione della fauna tra scienza e societą" cui hanno partecipato studiosi e associazioni agricole e zootecniche

Nella mattinata del 1 giugno si č tenuto presso la sede dei Parchi del Ducato in Corte Giarola, a Collecchio, il convegno "La conservazione della fauna tra scienza e societą" organizzato da Federcaccia Parma con il patrocinio di Federcaccia Emilia Romagna e dei Parchi del Ducato.

Dopo i saluti del presidente provinciale Oscar Frattini e del presidente regionale Stefano Merighi, si sono alternati sul palco numerosi relatori. Ha iniziato Marco Apollonio, professore ordinario di Zoologia presso l'Universitą di Sassari, che ha fornito una dettagliata panoramica sulla gestione non sempre facile dei grandi mammiferi erbivori e carnivori nei Paesi europei, con particolare attenzione alla gestione del lupo. Di seguito Marco Musiani, docente dell'Universitą di Bologna e Calgary (Canada), ha esposto le problematiche relative alla coesistenza con i grandi carnivori in Nord America, nei Balcani e in Italia. Giorgia Romeo, zoologa della Regione Toscana, ha presentato il risultato della ricerca svolta da Federcaccia sulle predazioni dei lupi su cani in Italia.

Lo zoologo conservazionista Spartaco Gippoliti (Associazione Italiana Wilderness) ha portato all'attenzione della platea la necessitą di individuare delle prioritą nelle scelte conservazioniste se non si vogliono perdere parti importanti di biodiversitą. Il giornalista e formatore venatorio Ettore Zanon ha intervistato Giulia Corsini, medico veterinario che esercita in Inghilterra e autrice del libro Salvare gli animali, che si č focalizzata sulla ricerca del migliore rapporto possibile con il variegato mondo animale, compromesso non sempre facile da raggiungere e capire specialmente per chi ha una conoscenza molto parziale di questo universo.

Zanon ha poi condotto la tavola rotonda che coinvolgeva anche i rappresentanti delle categorie agricole e zootecniche e che ha dato vita a una serie di interventi da parte del pubblico. Diversi relatori hanno evidenziato, tra l'altro, la necessitą di diminuire la polarizzazione oggi esistente sul tema animali tra le maggioranze urbanizzate e le minoranze che vivono il mondo rurale.

I lavori sono stati conclusi dall'intervento di Gian Luca Dall'Olio, past president di Federcaccia e ora vice presidente europeo FACE, che ha sottolineato come la materia sia oggetto di importanti riflessioni a livello comunitario e che quanto emerso dal convegno costituisce un importante contributo.

Il focus del convegno sull'orientamento conservazionista della principale associazione venatoria nazionale ha evidenziato come questo importante aspetto della gestione ambientale non possa essere costituito da dogmi e totem inamovibili, ma debba avere una insita flessibilitą dinamica che consenta di seguire e supportare nel modo migliore le evoluzioni delle popolazioni di selvatici e dell'ambiente in cui queste insistono. Una maturitą gestionale pienamente condivisa dai rappresentanti delle associazioni agricole e volta a una sempre migliore interazione tra attori diversi, ma che hanno ugualmente a cuore la conservazione e la tutela dell'ambiente.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Armi e Accessori

Impala Plus, l'alternativa inerziale di Istanbul silah
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
Impala Plus, l'alternativa inerziale di Istanbul silah

L'Istanbul Impala Plus č un semiauto inerziale a canna liscia. Contraddistinto da una chiusura a sei tenoni, č ora disponibile anche in calibro 20 >>

Sellier & Bellot ha un nuovo proprietario
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione
Sellier & Bellot ha un nuovo proprietario

Colt CZ Group SE ha annunciato di aver concluso con successo l'acquisizione della partecipazione del 100% di Sellier & Bellot >>

A Lonato del Garda il punto sull'influenza aviare
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione
A Lonato del Garda il punto sull'influenza aviare

Il Trap Concaverde di Lonato del Garda ospiterą una serata di approfondimento organizzata da Acma >>

Si rafforza la collaborazione tra Sabatti e Brownells
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
Si rafforza la collaborazione tra Sabatti e Brownells

La visita di Paul Levy, direttore della gestione prodotti di Brownells USA, conferma la collaborazione tra Sabatti e il distributore americano attivo dal 1939 >>