Il binotelemetro Leica Geovid Pro 10x42 AB+ in abbinamento al software balistico di Applied Ballistics fornisce una notevole potenza di calcolo e funzioni determinanti nell'esito dell'uscita di caccia
Il binotelemetro Leica Geovid Pro 10x42 AB+ in abbinamento al software balistico di Applied Ballistics fornisce una notevole potenza di calcolo e funzioni determinanti nell'esito dell'uscita di caccia - © Leica media bank
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi

Leica Geovid Pro 10x42 AB+, il nuovo standard del binotelemetro

In collaborazione con Applied Ballistics - che fornisce il meglio del suo software balistico - Leica propone un nuovo binotelemetro in grado di restituire letture compensate fino alla distanza record di 2.950 metri

Leica amplia la sua linea di binotelemetri Geovid Pro con un modello che si propone di segnare nuovi standard nel settore della telemetria. Si tratta dell'allestimento Leica Geovid Pro 10x42 AB+ che, al fianco delle riconosciute caratteristiche proprie della gamma, integra la versione più completa del software balistico Elite elaborato da Applied Ballistics. Le performance del software - in abbinamento alle capacità telemetriche del binotelemetro Leica - permettono di restituire al cacciatore compensazioni balistiche fino alla distanza record di quasi tre chilometri tenendo conto di una miriade di parametri: distanza, angolo di sito, pressione atmosferica, temperatura e, addirittura, rotazione dell'asse terrestre.

Il Leica Geovid Pro 10x42 AB+ e la sua capacità di analisi

La Shot Probability Analysis Technology, anche questa integrata nel potente software di bordo, analizza le probabilità di successo del tiro restituendo l'informazione in forma percentuale sullo schermo interno dello strumento. Il software di Applied Ballistics - aggiornabile - consente inoltre l'abbinamento in bluetooth a dispositivi Garmin e Kestrel per fornire, per esempio, l'interpretazione dell'influenza del vento sulla traiettoria e includere questo parametro nel calcolo balistico. Non manca, ovviamente, la possibilità di inserire profili balistici personalizzati.

Il comparto ottico del Leica Geovid Pro 10x42 AB+ prevede lenti HD con un valore di trasmissione luminosa del 91%. La portata del telemetro raggiunge i 2.950 metri
Il comparto ottico del Leica Geovid Pro 10x42 AB+ prevede lenti HD con un valore di trasmissione luminosa del 91%. La portata del telemetro raggiunge i 2.950 metri - © Leica media bank

La bussola integrata e la possibilità di abbinare il Leica Geovid Pro 10x42 AB+ all'applicazione sviluppata dal produttore forniscono inoltre la funzione di ricerca del punto d'impatto LPT (Leica ProTrack). Le coordinate dell'ultima misurazione telemetrica effettuata vengono infatti registrate dal dispositivo così da poterle successivamente ricercare portando il cacciatore sull'Anschuss. In questo caso soccorre lo schermo dello smartphone dove si possono sfruttare le mappe di Google Maps o BaseMap oppure, in assenza di copertura dati, l'ago della bussola che indicherà la direzione di marcia e la distanza.

Al top della produzione Leica

Per quanto riguarda l'aspetto ottico, anche il Geovid Pro AB+ sfrutta il sistema Perger-Porro con lenti ad alta qualità sottoposte ai trattamenti proprietari HDC (High Durability Coating) e AquaDura. Il telaio è in magnesio, gommato, riempito d'azoto per impedire il fenomeno dell'appannamento in caso di shock termico. La trasmissione luminosa si attesta sul ragguardevole valore del 91%.
Il nuovo Geovid Pro AB+ si distingue dal resto della produzione per il colore esclusivo (flat-dark-earth) e la presenza del logo di Applied Ballistics. Costa 3.660 euro contro i 3.355 euro dell'allestimento standard.

La funzionalità Bluetooth permette di abbinare il binotelemetro Leica allo smartphone, così da sfruttarne l'ampio schermo e la connettività dati indispensabile per accedere alle funzioni più evolute
La funzionalità Bluetooth permette di abbinare il binotelemetro Leica allo smartphone, così da sfruttarne l'ampio schermo e la connettività dati indispensabile per accedere alle funzioni più evolute - © Leica media bank

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Armi e Accessori

KJI Reaper Hellbound, il rest per la carabina
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
KJI Reaper Hellbound, il rest per la carabina

La testa Reaper Hellbound di KJI, in abbinamento con un treppiede, garantisce precisione di tiro e contenimento del rinculo in un prodotto leggero e conveniente >>

Xero C1 Pro, il cronografo balistico laser di Garmin
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
Xero C1 Pro, il cronografo balistico laser di Garmin

Il cronografo balistico laser di Garmin rileva i dati necessari per la corretta taratura dell'arma. Il peso e la compattezza ne fanno uno strumento innovativo >>

Night Pearl Harpia: la notte si fa giorno
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Matteo Brogi
Night Pearl Harpia: la notte si fa giorno

Night Pearl introduce tre nuovi termici. Oltre alla qualità si fa apprezzare la configurazione, che non differisce da un tradizionale cannocchiale da puntamento >>

Istanbul Monza, la carabina turca ora anche in versione varmint
Pubblicato il in Armi e Accessori
di Redazione
Istanbul Monza, la carabina turca ora anche in versione varmint

Inizialmente presentata nel solo calibro .308 Winchester e in un numero limitato di versioni, l'arma è ora disponibile anche in versione varmint >>