Lo sciacallo dorato è un canide
Lo sciacallo dorato è un canide "a metà strada" tra lupo e volpe - © Dhaval Vargiya
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione

Lo sciacallo dorato è arrivato anche nelle Marche

L'investimento di un esemplare di sciacallo dorato a Potenza Picena, nelle Marche, sposta ancora più a sud il confine di un areale in fortissima espansione

Fino a domenica mattina, quando un giovane esemplare maschio di circa un anno di sciacallo dorato è stato investito in un comune della provincia di Macerata, si pensava che l'areale della specie si attestasse molto più a nord, all'incirca all'altezza di Emilia Romagna e Toscana.

La scoperta di uno sciacallo dorato così a sud è l'ennesima conferma che la riconquista della penisola messa in atto dalla specie procede a passo serrato. Fino a qualche anno fa infatti, seppur ricompreso nell'elenco delle specie particolarmente protette, il Canis Aureus, questo il suo nome in latino, era praticamente assente dalla nostra penisola fatta eccezione per le zone a ridosso del confine orientale con la Slovenia. Negli ultimi anni questo canide "a metà strada tra lupo e volpe" ha invece fatto registrare la sua presenza in Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana e ora anche nelle Marche.

Non è dato sapere quanti esemplari occupino a oggi tale areale ma, per quanto la sua ricomparsa sia un bene per biodiversità, in futuro il suo impatto sull'attività venatoria potrebbe essere tutt'altro che irrilevante come insegnano alcune realtà europee dove lo sciacallo dorato è presente da molto più tempo.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Conservazione

Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Nei Grigioni si abbatteranno 634 stambecchi. E in Italia?

Mentre nel nostro Paese si inizia timidamente a discutere di prelievo venatorio, in Svizzera la specie è oggetto di caccia con numeri tutt'altro che irrisori >>

Rinoceronti radioattivi per contrastare il bracconaggio
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Rinoceronti radioattivi per contrastare il bracconaggio

Può sembrare assurdo, ma un progetto pionieristico mira a rendere radioattivi i corni dei rinoceronti per contrastare il bracconaggio >>

Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Conservazione della tortora, il ruolo chiave della caccia

Un nuovo articolo scientifico pubblicato sul Journal of Nature Conservation evidenzia il ruolo dei cacciatori nella conservazione della tortora selvatica >>

È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
È tempo di rendere lo stambecco cacciabile?

In Valle D'Aosta si discute sulla possibilità di rendere lo stambecco cacciabile >>