I mufloni sono stati introdotti sull'isola nel 1955
I mufloni sono stati introdotti sull'isola nel 1955 - © Rufus46
Pubblicato il in Attualità
di Redazione

Per salvare i mufloni gli animalisti scomodano perfino Mattarella

Per fermare la "mattanza" di mufloni sull'isola dell'arcipelago toscano, gli animalisti sono intenzionati a far ricorso al Presidente della Repubblica

In passato ci siamo già occupati della gestione della popolazione di muflone presente sull'Isola del Giglio, per la quale è prevista l'eradicazione perché considerata specie alloctona e dannosa per la biodiversità dell'isola. Inutile dire che il tema è al centro di aspre polemiche e che le associazioni animaliste chiedono da mesi l'interruzione delle operazioni di abbattimento.

Ora gli animalisti sono pronti a presentare ricorso alla Presidenza della Repubblica pur di far sospendere il piano di abbattimento adottato dalla Regione. Qualunque alterazione del numero di mufloni presenti al Giglio, questa la tesi alla base del ricorso, rappresenta un impoverimento e una perdita di risorse genetiche della specie.

«L'eradicazione di questi animali, disposta dalla Regione Toscana, è da considerarsi illegittima e irrazionale - hanno dichiarato le associazioni Lndc animal protection, Vitadacani odv, la rete dei Santuari di Animali Liberi ed Enpa - I mufloni protagonisti di questa triste vicenda sono mammiferi originari introdotti nel 1955 grazie a un progetto di cui si occuparono alcuni noti studiosi naturalisti con lo scopo di tutelare e salvaguardare questa specie dalla possibile estinzione».

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

L'avancarica mondiale torna in Italia
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
L'avancarica mondiale torna in Italia

Valeggio sul Mincio a fine agosto ospiterà la trentesima edizione del Mondiale di avancarica >>

Anche in Lazio approvato il calendario venatorio
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Anche in Lazio approvato il calendario venatorio

Anche la Regione Lazio ha approvato il documento che fissa le regole che i cacciatori dovranno seguire durante la prossima stagione venatoria >>

Approvata la legge sul ripristino della natura, cosa accadrà adesso?
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Approvata la legge sul ripristino della natura, cosa accadrà adesso?

Dopo l'approvazione della legge sul ripristino della natura il Ministro dell'ambiente Pichetto ha spiegato cosa accadrà e che approccio adotterà il Governo >>

Marche, nuovo disciplinare per la caccia al cinghiale
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Marche, nuovo disciplinare per la caccia al cinghiale

La Regione Marche ha adottato il disciplinare venatorio regionale per il prelievo del cinghiale in forma selettiva per la prossima stagione venatoria >>