Secondo la Face è importante che cacciatori prendano parte in modo significativo alle prossime elezioni europee
Secondo la Face è importante che cacciatori prendano parte in modo significativo alle prossime elezioni europee - © Face
Pubblicato il in Politica
di Redazione

Perchè è importante che i cacciatori votino alle elezioni europee

Dal 6 al 9 giugno i cittadini europei saranno chiamati a esprimere il proprio voto per eleggere i membri dell'Europarlamento

Le prossime elezioni europee, che in Italia si svolgeranno sabato 8 e domenica 9 giugno, saranno decisive, tra le altre cose, anche per il futuro della caccia e della conservazione in Europa. Oggi, infatti, circa l'80% delle norme e dei regolamenti nazionali che riguardano la caccia e la conservazione sono frutto di scelte politiche prese a livello europeo. In un simile impianto, risulta quindi fondamentale, affinché possano essere promosse politiche a vantaggio della biodiversità e delle comunità rurali, che anche il mondo venatorio prenda parte attivamente alle consultazioni.

In questa occasione la Face, la Federazione che riunisce le associazioni venatorie europee, ha chiesto ai cacciatori di recarsi alle urne pienamente consapevoli di ciò che i politici e i gruppi politici hanno fatto e intendono fare al Paramento europeo. «I gruppi e gli interessi che non fanno sentire la propria voce durante le campagne elettorali o che non si presentano ai seggi elettorali - ha ricordato la Face - rischiano di vedere la propria vita dettata da interessi opposti. In altre parole, la comunità dei cacciatori deve impegnarsi in numero significativo alle prossime elezioni».

Per agevolare i cittadini nella scelta, l'associazione europea ha promosso il Manifesto elettorale Face e ha chiesto ai candidati al Parlamento europeo di sottoscriverne i principi, dimostrando il loro impegno per la caccia e la conservazione in Europa. Tra i principali cardini del manifesto ritroviamo il riconoscimento della caccia quale strumento fondamentale per la gestione ambientale, del cacciatore come protagonista della governance del territorio, della capacità dell'attività venatoria di creare, conservare ripristinare un ambiente naturale vivo ed equilibrato e del valore economico dell'indotto e della filiera venatoria con particolare riferimento alla carne di selvaggina.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Politica

Elezioni europee, cosa cambia per la caccia
Pubblicato il in Politica
di Redazione
Elezioni europee, cosa cambia per la caccia

Per quanto non ancora ufficiali, i dati relativi alle preferenze dei singoli candidati ci danno un'indicazione su chi di loro verrà eletto a Bruxelles >>

Elezioni europee, i candidati vicini alla caccia - LISTA DEFINITIVA
Pubblicato il in Politica
di Redazione
Elezioni europee, i candidati vicini alla caccia - LISTA DEFINITIVA

A una settimana dal voto la Cabina di regia ha comunicato i nomi dei candidati vicini al mondo venatorio >>

Fiocchi e controFiocchi, il manifesto della discordia
Pubblicato il in Politica
di Redazione
Fiocchi e controFiocchi, il manifesto della discordia

Sta facendo parecchio discutere la scelta dell'eurodeputato Pietro Fiocchi che su un manifesto si è fatto ritrarre con un fucile imbracciato >>

L'uomo come regolatore della biodiversità, parola di Lollobrigida
Pubblicato il in Politica
di Redazione
L'uomo come regolatore della biodiversità, parola di Lollobrigida

Il titolare del Masaf, intervenendo a Bruxelles ha parlato di uomo "come custode del territorio e come regolatore della biodiversità" >>