La carcassa è stata ritrovata nel comune di Ottone
La carcassa è stata ritrovata nel comune di Ottone - © Valentin Panzirsch
Pubblicato il in Attualità
di Redazione

Primo caso di peste suina in Emilia Romagna

L'Emilia Romagna si aggiunge all'elenco delle regioni sul cui territorio è presente la malattia

È stata confermata nella giornata di ieri la positività al virus della peste suina africana di una carcassa di cinghiale ritrovata in altra Val Trebbia, nel comune di Ottone in provincia di Piacenza. La carcassa è stata ritrovata da un gruppo di escursionisti e segnalata alle autorità sanitarie che hanno provveduto al recupero e al successivo campionamento.

Solo pochi giorni fa era stato necessario procedere alla modifica dei confini della zona infetta dopo il ritrovamento di un'altra carcassa a ridosso del confine regionale. Questa nuova positività conferma dunque la lenta, seppur apparentemente inesorabile, avanzata della malattia che ora minaccia anche la seconda Regione italiana per produzione suinicola.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

Pubblicato il in Attualità
di Redazione
"Basta fauna selvatica". Coldiretti scende in piazza

La principale associazione di categoria del mondo agricolo ha deciso di manifestare contro la fauna selvatica incontrollata >>

Torna l'incubo influenza aviaria?
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Torna l'incubo influenza aviaria?

Il primo caso di morte legato al ceppo H5N2 di influenza aviare riaccende i riflettori su una malattia fortemente correlata anche con l'attività venatoria >>

Svelate le modifiche alla legge sulla caccia
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Svelate le modifiche alla legge sulla caccia

L'onorevole Francesco Bruzzone in un video ha elencato le modifiche della 157 all'esame del Senato >>

Lombardia: «Da Ispra muro ideologico privo di supporto scientifico»
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Lombardia: «Da Ispra muro ideologico privo di supporto scientifico»

L'assessore all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste di Regione Lombardia ha attaccato Ispra in merito a questioni legate al mondo venatorio >>