Si esclude che il focolaio possa essere stato generato da un contatto diretto tra maiali e cinghiali
Si esclude che il focolaio possa essere stato generato da un contatto diretto tra maiali e cinghiali - © kallerna
Pubblicato il in Attualità
di Redazione

Psa: in Lombardia focolaio in allevamento di maiali

L'improvviso aumento della mortalità in un piccolo allevamento di suini con circa 160 animali è dovuto al virus della peste suina africana

La conferma è arrivata nella giornata di venerdì. L'allevamento colpito si trova a Montebello della Battaglia, in provincia di Pavia e nel territorio già ricompreso nella zona di restrizione. La cabina di regia lombarda con gli Assessorati e le Direzioni generali Welfare e Agricoltura di Regione Lombardia, l'Ats di Pavia, l'Izsler (Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna) e Vincenzo Caputo, Commissario straordinario alla Psa (peste suina africana) si è già riunita nella giornata di ieri (sabato 19, ndr) e sta valutando tutte le necessarie azioni da intraprendere alla luce di quanto accaduto.

Si esclude che il focolaio possa essere stato generato da un contatto diretto tra gli animali presenti e dei cinghiali infetti e si sta cercano di capire se è possibile che si sia trattato di un contatto indiretto con automezzi aziendali o mangimi. Nei prossimi giorni verranno incrementate nelle zone circostanti le attività di sorveglianza e di contenimento dei cinghiali che già al momento sono stata affidate a ditte specializzate per aumentarne il più possibile l'incisività.

«Il caso riscontrato - ha commentato l'Assessore regionale all'Agricoltura, sovranità alimentare e foreste Alessandro Beduschi - purtroppo non ci sorprende e rende indispensabile l'adozione delle massime misure di precauzione per coloro che operano a contatto con gli allevamenti. Allo stesso tempo, nella riunione tenuta assieme all'assessore Bertolaso con il commissario Caputo - ha aggiunto - è emerso che alle politiche di contenimento devono affiancarsi sempre di più quelle di eradicazione, a partire dall'intensificazione delle attività di controllo e abbattimento dei cinghiali che ormai da mesi, nel territorio pavese e nelle Regioni confinanti, hanno raggiunto una presenza invasiva ed eccessiva».

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

Orsi Trentino, ritorsione animalista contro la famiglia di Fugatti
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Orsi Trentino, ritorsione animalista contro la famiglia di Fugatti

Ub blitz animalista ha colpito l'azienda vinicola dei cugini del presidente della Provincia di Trento >>

Fidc: più certezze e allineamento Key Concepts per la nuova stagione
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Fidc: più certezze e allineamento Key Concepts per la nuova stagione

Federcaccia è al lavoro per permettere che la prossima stagione venatoria si svolga nella maniera maggiormente aderente ai desideri dei cacciatori >>

Cabina Regia Toscana:
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Cabina Regia Toscana:"Nuovi anellini inutili e problematici"

La Cabina di Regia delle associazioni venatorie ha criticato le nuove disposizioni regionali sugli anellini da apporre ai richiami vivi >>

Cinofilia e solidarietà si fondono in
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Cinofilia e solidarietà si fondono in "Donne per il sociale"

Il Coordinamento delle Cacciatrici Federcaccia ha organizzato l'edizione 2024 dell'appuntamento "Donne per il sociale", un evento cinofilo con finalità benefica >>