L'esemplare era già stato ricatturato una prima volta nel 2021
L'esemplare era già stato ricatturato una prima volta nel 2021 - © Pierre-Marie Epiney
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione

Quanto può vivere una beccaccia?

In Francia è stata catturata una delle beccacce più longeve a noi nota

Quanto vive una beccaccia? Sarà capitato a molti cacciatori e non solo di porsi questa semplice seppur non scontata domanda. Se per quanto riguarda le specie di fauna stanziale, uccelli compresi, rispondere a interrogativi di questo tipo è stato relativamente facile, per l'avifauna migratrice le informazioni relative alla biologia e alle abitudini sono tuttora parziali e frammentate.

Da oltre un secolo uno dei principali strumenti per approfondire le conoscenze in campo ornitologico è la tecnica della cattura-marcatura-ricattura che prevede l'apposizione di un anello identificativo al tarso del volatile che, in caso di una successiva ricattura o abbattimento, è in grado di fornire dati in merito a spostamenti ed età. Ed è proprio questo metodo che ci permette di rispondere alla nostra domanda.

In Francia, specificatamente nel comune di Esquiule, nel dipartimento Pirenei Atlantici, a fine febbraio è stata catturata una beccaccia inanellata ben 11 anni fa. L'animale era stato infatti marcato nella stessa località nel 2013, quanto era solo un giovane esemplare, ed era poi già stato ricatturato una prima volta nel 2021 all'età di otto anni. Già allora ci si era stupiti della sua longevità che però ora ne fa la beccaccia più vecchia mai registrata nei Pirenei Atlantici.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Conservazione

Il preoccupante declino del capriolo
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Il preoccupante declino del capriolo

I dati relativi al trend della popolazione valdostana di questo piccolo cervide sono preoccupanti, ma anche nel resto d'Italia la situazione non è rosea >>

Il Botswana vuole spedire 20mila elefanti in Europa per protesta
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Il Botswana vuole spedire 20mila elefanti in Europa per protesta

Lo Stato africano protesta per la posizione di Berlino in merito al bando dei trofei in discussione in Europa e minaccia di spedire in Germania 20mila elefanti >>

Il Covid ha reso gli animali più schivi e notturni
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Il Covid ha reso gli animali più schivi e notturni

Un recente studio evidenzia come le restrizioni alle attività antropiche imposte durante la pandemia hanno modificato gli stili di vita della fauna >>

Le zone umide salve anche grazie ai cacciatori
Pubblicato il in Conservazione
di Redazione
Le zone umide salve anche grazie ai cacciatori

Il 2 febbraio si celebra la Giornata Mondiale delle Zone Umide e i cacciatori sono tra gli attori principali della loro conservazione >>