L'intesa raggiunta tra Comune di Ancona e Urca Marche prevede l'utilizzo del sistema multicattura Pig brig trap system. In questa immagine è documentato l'evento di formazione preliminare condotto da Dream Italia, rivenditore ufficiale del dispositivo sul territorio nazionale
L'intesa raggiunta tra Comune di Ancona e Urca Marche prevede l'utilizzo del sistema multicattura Pig brig trap system. In questa immagine è documentato l'evento di formazione preliminare condotto da Dream Italia, rivenditore ufficiale del dispositivo sul territorio nazionale - © Federico Morandi
Pubblicato il in Attualità
di Matteo Brogi

Urca Marche e Comune di Ancona collaborano per gestire il cinghiale

Per affrontare la pressione causata dai cinghiali sulle aree urbane, il Comune di Ancona ha attivato una sperimentazione con Urca Marche

La pressione dei cinghiali in aree urbane rende difficile la convivenza tra la fauna selvatica e le normali attività umane. È notizia di ieri, 25 settembre 2023, che il parcheggio contiguo a Piazza Leopardi, ad Ancona, sarà chiuso ogni giorno dalle ore 18 a causa della sempre più consistente frequentazione di cinghiali provenienti dal Parco del Conero.

Per far fronte alla problematica convivenza con il suide, il Comune di Ancona, con la Regione Marche, ha approvato con deliberazione di Giunta un accordo di convenzione di collaborazione civica con Urca Marche al fine di sperimentare un progetto che si avvale del sistema di cattura dei cinghiali in area urbana denominato Pig brig trap system; si tratta di un sistema di multicattura passiva sviluppato negli Stati Uniti che rispetta il benessere dell'animale ed è già impiegato nel contenimento degli impatti da suidi alle attività agricole e antropiche in numerosi scenari critici (dagli Usa al Canada, dall'Australia alla Nuova Zelanda così come in Europa).

Al momento la sperimentazione avviene in un'area nei pressi di Pietralacroce, all'interno del Parco del Conero, e - se dovesse risultare efficace ed essere validata - permetterà di intrappolare gruppi di cinghiali nei luoghi, anche urbani, maggiormente frequentati dai selvatici. «La Regione - ha dichiarato Giovanni Zinni, vice sindaco e assessore alla Sicurezza urbana di Ancona al Corriere adriatico - ha già preso l'impegno di finanziare il progetto
» che, nella seconda fase, dopo il confronto con la Conferenza dei servizi e la stipula dei protocolli necessari, prevede il piazzamento di cinque trappole. In caso di validazione si prevedono tempi di attuazione strettissimi, con la messa in opera delle trappole entro il mese di ottobre.

La collaborazione fattiva tra l'Urca delle Marche e il Comune di Ancona dimostra, ancora una volta, che tra la comunità dei cacciatori e le Istituzioni possono stringersi forme di cooperazione di cui beneficia tutta la comunità.

Se sei interessato alla caccia sostenibile e alla conservazione, segui la pagina Facebook e l'account Instagram di Hunting Log.

Altri articoli dalla sezione Attualità

Stambecco, sempre più vicino l'ingresso tra le specie cacciabili
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Stambecco, sempre più vicino l'ingresso tra le specie cacciabili

Un emendamento votato alla Camera impegna il governo a provvedere in lal senso >>

In Romania una ragazza è stata attaccata e uccisa da un orso
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
In Romania una ragazza è stata attaccata e uccisa da un orso

Una ragazza diciannovenne è morta a causa dell'attacco da parte di un orso >>

Toscana, mondo agricolo e venatorio insieme in un tavolo tecnico
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Toscana, mondo agricolo e venatorio insieme in un tavolo tecnico

Federcaccia e Coldiretti hanno costituito un tavolo tecnico permanente di confronto tra mondo agricolo e mondo venatorio >>

Tutto pronto per il Trofeo Fiocchi-Sabatti
Pubblicato il in Attualità
di Redazione
Tutto pronto per il Trofeo Fiocchi-Sabatti

Si volgerà nel fine settimana la nona edizione della competizione di tiro a 500 metri sponsorizzata dalle due importanti aziende >>